Ancora nessun commento

MASERADA – Incontro dei Cooperatori dell’Opera di Santa Dorotea del 30/05/2021

Salute a tutti voi,

Cooperatori dell’OSD e alle care Suore Maestre di Santa Dorotea!

Noi Cooperatori dell’OSD di Padova, ci siamo riuniti, assieme alle Cooperatrici di Maserada, il giorno 30 maggio per la prima volta dopo l’inizio della pandemia di COVID 19, presso la bellissima villa settecentesca, sede delle Suore Maestre di Santa Dorotea di Maserada (TV), recentemente guidate dalla nostra infaticabile Rev. Madre Superiora, Sr. Annapaola. Scrivo, nostra, perché prima era a Padova.

La giornata è iniziata subito bene, il clima era perfetto, sole splendente e brezza gentile, come tante preghiere delle suore avevano invocato. Eravamo, pochi, noi di Padova, perché la maggioranza era stata colpita da malesseri o gravosi impegni, ma felici di rivederci  in presenza dopo tanto tempo e tante riunioni virtuali, via Zoom.

Il programma dell’incontro è iniziato alle ore 10,30 , presso la chiesa Parrocchiale di Maserada,

con il rito della santa Messa, già durante la quale, lo Spirito santo, con l’intercessione di Santa Dorotea e del Beato Luca Passi, si sono rivelati, per noi Cooperatori afflitti dalle conseguenze della pandemia, nelle parole della prima lettura, tratta dal libro del Deuteronomio (4, 32-34-39-40) con l’invocazione di Mosè al popolo smarrito, che ricorda lo Shemà Israel, fonte di ogni gioia e salvezza per i figli di Israele, nella terra che Dio ha loro donato per sempre. Questa invocazione al ricordo, alla scelta e vocazione a cui Dio ci ha chiamati, come Cooperatori, già ci ha scaldato il cuore con la fiamma della Speranza.

Nella seconda lettura, tratta dalla Lettera di S. Paolo ai Romani (8, 14-17) questo Dio liberatore che ci ha chiamati alla Vita, ora diventa abbà=Padre, tramite suo figlio Unigenito Gesù Cristo, rendendoci coeredi e fratelli. Con questa gioiosa conferma alla vocazione ed alla fratellanza, tramite la fede in Cristo ed il Battesimo, siamo giunti alla lettura del Vangelo secondo Matteo ( 28, 16-20) dove Gesù dà ai suoi Apostoli il carisma del Battesimo e la missione di annunciare tutto ciò che ha insegnato, ricordando a loro e a tutti noi, che Lui è con noi tutti i giorni della nostra vita, fino alla fine del Mondo.

Siamo usciti dalla chiesa con questa conferma e con questa traboccante gioia di saperlo sempre accanto, anche durante i momenti bui della Pandemia, segnati dalla solitudine , dall’abbandono e dalla morte.

Rinnovati nella forza della fede ed ardore spirituali, siamo tornati, con Lui a fianco, nella bellissima villa settecentesca, dove ci attendevano un lauto rinfresco , organizzato dalle care e dolci Cooperatrici di Maserada, conclusosi con la torta di compleanno di Marco Cardin, mio marito e cooperatore OSD di PD.

         

Momento di condivisione e gioia tra le suore e noi cooperatori.

Pieni dei doni dello Spirito Santo e sazi delle deliziose pietanze, inebriati dai sorrisi di tutti i presenti al banchetto e dal profumo di rose del giardino, ci siamo avviati verso la grotta della Madonna, dove abbiamo condiviso le emozioni delle Cooperatrici OSD di Maserada che il giorno di S. Dorotea hanno rinnovato la Promessa ma anche le sofferenze di questo “annus horribilis, riaccendendo, nella condivisione, la fiamma che il Beato Luca ci invita a far ardere per accendere in tutti i cuori la speranza e la vita che il Risorto ci ha donato.

La giornata si è conclusa con la recita del Santo Rosario, sapientemente guidato da Sr. Annapaola, con meditazioni tratte dal Vangelo, dallo Statuto dei Cooperatori OSD, in vista del pronunciamento della Promessa per noi di Padova e da frasi dalle lettere del Beato Luca, dal cui testamento abbiamo tratto la forza che dovrà animare questo nostro percorso spirituale: “ tale Risurrezione dovete manifestarla non solo nella santificazione delle anime vostre, ma procurarla ancora a COSTO DELLA VITA nelle anime altrui, dilatando a tutta possa il Regno di Dio”.

Pace e Amore a voi tutti, fratelli Cooperatori:

Francesca Verlato

Cooperatrice OSD Padova

                                                                                                                               

Posta un commento